cose che non si riescono a far entrare nei cassetti per poi poterli chiudere


Questa sera sono tornato a cantare in un luogo che ho lasciato per scelta tempo fa.

Anche questa volta mi sono reso conto di non essere capace di tornare indietro e reggere fino in fondo, mai.

Tornare… forse quando lo faccio in realtà cerco un altro "luogo" pur volendo ripercorrere la stessa strada e incontrare le stesse persone… non so, forse è la strada che in fondo mi piace e non il punto d’arrivo e le persone… o forse sono pigro e basta…

Basta vo’ a nanna che è meglio…

certo che a volte basta un rompicoglioni…

 

 

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a cose che non si riescono a far entrare nei cassetti per poi poterli chiudere

  1. Riyueren ha detto:

    Difficile tornare a cantare.La lupa si accontenterebbe di poter cantare dentro di sè.Lo fa,a suo modo,con le parole scrivendo.Ma il suono,il suono manca.Sempre.E mi manca troppo.
    Io non devo tornare indietro:solo restare dove sono,ma reggerò sino in fondo?
    Mi piace come e cosa scrivi.Tornerò.Un abbraccio.

  2. impromptus ha detto:

    il tempo porta con sè i nostri ormeggi

    e traveste il suono da silenzio…

    Se tornerai fingerò che tu sia sempre stata qui.

    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...