Partenze (e punti fermi)


Noiosa, ostinata, nervosa e poi ancora arrabbiata. Cerchi pretesti per avercela con me, mi fai dispetti, cerchi lo scontro. Dai, andiamo a letto. Non riesci a dormire, ti da fastidio la luce, spengo. Vengo accanto a te, mi siedo. Ti accarezzo i capelli e mi dici acida di lasciarti stare. “Buonanotte piccola”, nessuna risposta. Ti sento muovere, non trovi una posizione. “Cos’hai, sei arrabbiata” “No”, altri fruscii, “Sei triste?” tra i singhiozzi “Sì”. “Vuoi venire qui con me?” “Sì” “Dai vieni”. “Per che cosa sei triste, è perché devi partire?” “Sì e anche perché parto solo io” si infila tra me e il muro. “Non ti preoccupare, è naturale essere tristi quando si lascia qualcuno con cui si è stati bene. Potrebbe forse essere diversamente?” “…” “Prendi, soffiati il naso.” un lungo sospiro. “Se mi addormento mi sposti tu?” “Come preferisci” “Magari resto qui, va bene?” “Sì, dormi ora” Un altro sospiro “‘Notte papi” “‘Notte piccola” Sospiro, silenzio.

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Partenze (e punti fermi)

  1. Crimisia ha detto:

    un po’ muta pure io… (sorrido)

  2. BiancaSperandio ha detto:

    🙂

  3. impromptus ha detto:

    Raccolgo le sue lacrime e lontano, in silenzio, le riverso nel profondo del mio mare.

  4. ZuZuli ha detto:

    piccole donne crescono…

  5. impromptus ha detto:

    … con quello che trovano ZuZuli

  6. CrisalideInversa ha detto:

    molto meglio, in effetti.

  7. impromptus ha detto:

    Potesse bastare il ricordo di un momento a far migliorare le cose…

  8. GemmaBandini ha detto:

    quanta dolcezza, quanto amore…
    ‘notte papi.
    mi mancherai.

  9. impromptus ha detto:

    🙂 basta saper ascoltare

  10. RossoFrancesca ha detto:

    che tenera.. mi ricorda un pò il mio. che però è probabilmente più piccolo (4 anni)

  11. impromptus ha detto:

    Si’, la mia ne ha il doppio. 🙂

  12. Rose65 ha detto:

    … che tenerezza, quanta dolcezza… per me sono forse molto lontani questi momenti… peccato… ma li ricordo ancora con molta nostalgia… “mamma ho paura… vieni a dormire vicino a me e mi tieni la mano eh?”
    … bello rileggerti… un abbraccio

  13. impromptus ha detto:

    Basta che facciano ancora parte di te per non essere poi così lontani. 🙂

  14. Cauta ha detto:

    Bello. Mi piace quando dici: Basta che facciano ancora parte di te per non essere poi così lontani.

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...