Porta (mi) via


Non respiro, non respiro e mi entri dentro

non respiro eppure il tuo profumo già lo conosco

mi farà male anche questa volta

mi farà male perché ho una porta che non funziona

è scardinata dagli anni, dal desiderio e dal bisogno

un bacio e sbatte sui suoi cardini malandati fino a crollare.

Lo so, ci vorrebbe un buon carpentiere e io non lo sono

ogni volta che la rimetto in piedi è sempre più precaria

sbaglio sbaglio sbaglio a credere che sia ancora possibile

anche tu non ci sei, anche se conosco bene la consistenza delle tue labra

  il sapore della tua pelle, la forma della tua bocca.

 

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...