marinaio a terra(to)


il mare l’avvolge e sospira,
al di là del molo
salpato e alla fonda
il sogno sta lì
è un miraggio che non se ne va

l’anima mi ondeggia sulle gambe
e mi fa venire i crampi nel cervello

"quando te ne vai ti prego sbatti la porta così forte da far crollare tutto"

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a marinaio a terra(to)

  1. LettereSparse ha detto:

    in un mare di pioggia
    zuppi fino alle ossa
    vento che scompiglia tutto
    stare come in quel gioco che si fa da bimbetti
    occhi chiusi girando su se stessi
    quando li riapri non sai più dove sei
    dove sei?

    *

  2. impromptus ha detto:

    ci sono e non ci sono
    giro su me stesso
    ma caduto
    si alternano negli occhi
    cielo e acqua salata

    rotolo sulla battigia
    disorientato e stanco

    *

  3. LettereSparse ha detto:

    come una vera onda che s’infrange violenta

  4. impromptus ha detto:

    l’onda che passa dal mare alla terra
    dal relativo all’assoluto
    dall’assenza di confini ai limiti
    da tre dimensioni a due

    ho bisogno di fiori, di trovarne tanti
    per non desiderare ancora (ora) il sogno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...