dressing attitude (o l’abito non fa il monaco)


Cattura
non sono i nostri bisogni
ma come li vestiamo
che fa la differenza

[appunti]

dicevo…

qualche tempo fa ho incontrato una persona
un primo incontro di quelli dove si parla e parla
ci si racconta, ci si ascolta e ci si guarda
mi piace incontrare nuove persone
il più delle volte poi non do seguito alla conoscenza
soprattutto per questioni di luogo e tempo,
ma tornando all'argomento..
lei, molto carina in tutto, sotto quel suo parlare e raccontare del lavoro
che forse avrebbe annoiato qualcun altro
mi ha rivelato parti di se e del suo carattere che mi hanno toccato.
mi piacciono le persone che fanno bene qualcosa,
si impegnano e traducono i propri bisogni
in un espressione positiva
quei bisogni o mancanze che sono poi elementari,
come quelli di tutti, tanto che è inutile elencarli.
Bene o male ognuno di noi veste i propri
e questo vestito può avere molti aspetti diversi
rabbia, tenacia, frustrazione, violenza, ossessione, fede…
ecco, il suo era molto bello e semplice
e l'ho visto così bene che ha addolcito la sua apparente determinazione.

(non l'ho più cercata, perché sono in bilico tra la paura
e il desiderio di caderle dentro
in questo periodo non sono così forte
da innamorarmi ancora)

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...