Come uscire dalla palude


avevo bisogno di un’illusione per spostarmi da un tempo stagnante

c’è voluto impegno per costruirla, per crederci almeno un po’

ora
ora può crollare
e seppellirmi per farmi ritrovare

sullo sfondo le palme ballano nel vento

una lacrima
una sola
per far finta che sia stato vero
fino in fondo
(beh, i dettagli sono importanti)

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...