Amar con foia


image

Al veder le di voi terga in vanitoso lucertolare
l’ebbro volere pompa sangue eccitato di fisicofollia
A’ tattilismi, al lingueggiare, l’ortotattile boccone si fa insucculentare
Quando zang, scagliarsi da ginnasta traidue il cineplastico caucciù
stantuffando con infinito anguillare per far di perla le vermiglie voluttà.

(Cuori come arditi atomi vibrare)

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...