Stasera uso i mezzi


atm980.jpg

Mi muovo in questa stagione che fa esplodere umanità e fiori. Avrei bisogno di un clima meno distante da quello che sento, c’è troppo sole. I suoi messaggi insistono mentre cammino in una direzione incerta, non hanno un senso ma sono gocce di acqua fresca che leniscono la mia pelle bruciata.

Lei gioca e io gioco, non mi aspetto nulla e in fondo ugualmente ho paura che si ripeta lo stesso dolore senza che ci sia stato lo stesso piacere, uso l’Es come un tram per farmi portare alla prossima fermata. Inaspettatamente nel palleggio dei messaggi il gioco si fa più acceso, mi invita a casa sua, poi ci ripensa ma alla fine saluto gli amici perché ha deciso di venire lei da me, perché vuole compagnia, bere qualcosa, cenare insieme, passeggiare o che ne so.

Ha quegli stessi anni che mi hanno travolto con V., gli stessi occhi vividi zeppi di desideri, anche se non sono gli stessi che ho amato. Ho bisogno di staccarmi da V. e allo stesso tempo ho ancora bisogno di capire dove sono, con chi ho a che fare, intendo me stesso. Mi muovo come posso tra morale e pulsione, ma stasera ammazzerei volentieri entrambe se potessi.

Informazioni su unuomodipocheparole

uno così, un po' muto
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Stasera uso i mezzi

  1. Lapoetessarossa ha detto:

    🙂

  2. lapotessarossa ha detto:

    Mmmm…per fortuna che non ti ho scritto la manfrina su quanto è bella l’estate, che si è senza pensieri, che non ci sono regole, che sembra infinita, hashtag daje tutta!
    L’avevo scritta, ma non ero convinta. Ho fatto bene? Tutto un esercizio di stile finito del cestino.

    Non ne valeva la pena. Non è scattato. Il quid intendo. Il non so che, che poi ti lasci andare e per un momento, per un po’, non pensi più. Non me lo devi mica dire. Io comunque faccio il tifo per te! Sono la tua fan virtuale, è diventato un dovere morale.
    Sorridi, sto cercando di essere ironica e senza interlocutore davanti è un’impresa.

    Ovunque tu sia, buon pranzo.

    • Non c’è mai un solo motivo, diciamo che non era il momento. Diciamo che lei sa che io ho in testa ancora V. e questo per ora basta a entrambi credo… lei comunque sta prendendo le misure e non le distanze e io gioco per non pensare troppo ma non serve a un granché.
      Vada per il tifo, ma non scommettere perché non lo faresti consapevolmente 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...